Scherma

Cenni storici

 

"La scherma è scienza ed arte ad un tempo che insegna, con i principi razionali, a servirsi dell'arma bianca per difendersi dall'avversario ed offenderlo".   Questa definizione, elaborata dal trattatista Masaniello Parise alla fine dell'800, rende bene l'idea di come la scherma sia un insieme di movimenti codificati e di regole che consentono all'atleta, con il supporto dell'intelligenza, di confrontarsi con un avversario.

 

Voler risalire alla nascita delle armi bianche è un po' come risalire alla notte dei tempi.   Di certo le armi sono nate con l'uomo, il quale fin dalla sua origine ha dovuto servirsene per procurarsi il cibo e per difendersi da chi lo assaliva, imparando a regolare i movimenti del proprio corpo ed a costruire, attraverso le varie ere, armi sempre più efficaci.  

 

Con la creazione degli eserciti ha inizio lo studio della scherma.   Una prima traccia si rinviene, infatti, in un bassorilievo nel tempio di Medinet Aban, nell'Alto Egitto, costruito dal farone Ramsete III nel 1190 a.c.  Da questo reperto storico risulterebbe un livello schermistico elevato ed un pubblico di spettatori competenti.   Furono però i Romani ad addestrare i soldati ai combattimenti serrati ed individuali.   I metodi erano severi e scientifici e non veniva trascurato nemmeno l'aspetto psicologico e tattico del combattimento.

 

E sempre ai Romani deve essere attribuita la nascita del combattimento individuale con funzioni non guerresche, come quello che veniva praticato nella scuola dei gladiatori (così chiamati dall'uso del gladio, una spada  corta e leggera) a partire dal V sec.a.c.

 

In questo periodo si sviluppano, sia presso le famiglie patrizie che per la plebe, delle vere e proprie scuole in cui gli allievi, chiamati "tirones", sotto la guida di un"lanista", vengono addestrati ai combattimenti con spade di legno che maneggiano tra di loro o contro sagome.

 

Con la caduta dell'impero romano (476 d.c.) le armi ritornano alla funzione primitiva: strumento di difesa dei propri diritti in assenza di leggi.   Il "duello giudiziario" introdotto dai barbari sviluppa la tecnica schermistica in quanto aumenta il numero di persone che si dedicano al maneggio delle armi, anche al di fuori dei combattenti di professione.

 

Informativa sulla privacy